Archivi categoria: Giochi di Ruolo

giochi di ruolo e dintorni

Traveller la recensione!

Traveller

Viaggiatori tra le Stelle

(nota: l’immagine di copertina fa riferimento all’edizione americana)

Edito da: WildBoar Edizioni
Lingua: italiano
Pubblicato nel: 2008
Pagine e rilegatura: 192 pagine, brossurato
Prezzo: 30 EUR

Introduzione
Con il suo aspetto elegante fatto da copertina nera con scritta rossa il manuale in oggetto altro non è che la nuovissima edizione di Traveller, il primo e più longevo gioco di fantascienza dal quale tutti gli altri negli anni a seguire hanno grossomodo tratto ispirazione. L’edizione che ci ritroviamo a recensire è basata su quella detta “Classic Traveller”, in quanto dovete sapere che oltreoceano ci sono state diverse edizioni di questo gioco ma tra tutte, quella che i fan hanno apprezzato maggiormente pare sia proprio quella che ci apprestiamo a recensire la quale non è un mero lavoro di traduzione ma un’opera che oserei classificare come riveduta e corretta in quanto tra i curatori spicca il nome di Marc Miller ovvero il creatore del gioco stesso, oltre all’esperienza di coloro i quali sono da sempre appassionati di fantascienza e giocatori del gioco in questione, ma l’edizione italiana presenta miglioramenti non solo dal punto di vista dei contenuti, ma anche dal punto di vista grafico, poichè come potrete notare alcune immagini sono state riviste e migliorate. Tutto questo contribuisce a far si che l’edizione italiana di Traveller sia l’edizione più completa e robusta, dal punto di vista regolistico, mai uscita. Bene vediamo meglio questo libro di sole regole che non smetterà di stupirvi per la sua completezza.

Aspetto
Il manuale si presenta come un libro brossurato in formato A4 di 192 pagine in bianco e nero. La sua copertina nera con scritta rossa ricorda un altro gioco di ruolo che diciamo tratta grossomodo lo stesso argomento, ma possiamo dire senza temere di errare che è il secondo ad ispirarsi a Traveller in quanto semplicemente più vecchio. L’aspetto complessivo del manuale fa molto vecchio stile con immagini fatte a mano ed un layout grafico semplice ed essenziale che risulta abbastanza chiaro e scorrevole. Tutto ciò contribuisce a dare un aspetto di classicità al manuale.

Sole Regole?!
Il manuale comprende 192 pagine di sole regole con cui poter ricreare tutto quello che vi viene in mente, dalla creazione guidata degli incontri a quella della fauna, degli ecosistemi e dei pianeti, e non solo, c’è davvero tutto quello che serve ad un master per poter generare qualsiasi cosa vi venga in mente. Queste stesse regole permettono sostanzialmente di avere diversi livelli tecnologici i quali permettono di dare alle proprie campagne/sessioni un’impronta decisamente varia; si va dall’età della pietra a quella in cui i motori per astronavi che permettono viaggi di anni luce in poco tempo sono abbastanza comuni; infine sempre grazie a questa corposa dose di regole potrete ricreare praticamente tutti i setting che vi ispirano.
La creazione del personaggio è decisamente elaborata e a tal proposito vi consiglio di leggere i numerosi esempi e di seguirli cercando di capire come si arriva a certi risultati, scoprirete qualche piccolissima inesattezza e se riuscite a scoprirla vuol dire che state capendo tutto, tuttavia questa stessa creazione vi permetterà di far nascere dei personaggi con un background degno di nota, semplicemente seguendo per filo e per segno i passi della creazione del vostro personaggio. La creazione sostanzialmente automatica del backgroud del personaggio contribuisce anche a dare spunti al master per le proprie campagne, il che non fa mai male.
La possibilità di creare praticamente tutto partendo da zero si traduce sostanzialmente in una notevole mole di lavoro da fare prima della campagna, specie all’inizio, poi il tutto dovrebbe scorrere senza grossi problemi anche in virtù del sistema che è decisamente semplice; ho parlato di campagna non a caso, in quanto il gioco in questione si sposa molto bene con campagne di ampio respiro e da una durata di almeno qualche mese, certo, potrete anche farci le one shoot ma non ha lo stesso sapore di una bella campagna fantascientifica in cui vedere il proprio personaggio nascere, crescere ed evolversi.

Continua la lettura di Traveller la recensione!

Sphere System

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

“Un sistema di gioco veloce, semplice e generico per dar vita a qualsiasi tipo di avventura”

Downloaddownload_icon_big
>> Regolamento (ODT)
>> Regolamento (PDF)
>>
Scheda del Personaggio

Ringraziamenti

Il mio gruppo di gioco e nella fattispecie: Mirco, Donato e Antonio
I seguenti manuali di gioco: Exalted, Legend of The Five Rings, Avventure in prima serata, Covenant

Versione Corrente: 1.0

Obiettivi dichiarati

Avere un sistema: semplice, flessibile, veloce, che supporti la generazione di trame in modo tale da poter giocare velocemente a qualsiasi tipo di gioco sia in modo classico che non.

Dizionario dei termini

Puntata: si intende il numero di dadi che il giocatore intende impegnare per poter difendere la propria azione
Sfera: una sfera è una delle quattro caratteristiche che quantificano un personaggio e sono Fisico, Magnetismo, Intelletto, Ego
Pool: l’insieme di tutti i dadi a disposizione del personaggio
Test: una prova che coinvolge uno o più soggetti
Fisico: la sfera fisica indica le capacità fisiche del personaggio
Intelletto: la sfera intellettiva indica le capacità intellettuali del personaggio
Magnetismo: la sfera legata al Magnetismo personale indica le capacità sociali
Tratti: sono le abilità rilevanti possedute dal personaggio
Tratto storia: indica gli aggettivi propri della storia
Frangente:il frangente è quell’attimo che intercorre in uno scontro di qualsiasi natura
Punti Trama: ogni personaggio ha a disposizione dei punti trama che può utilizzare per poter indirizzare la trama dove più gli aggrada
Maledizione: ognuno ha un suo punto debole, che sia una fobia o qualcosa che direttamente o indirettamente riesce a far andare male le cose sono delle vere e proprie maledizioni, il personaggio in queste circostanze subisce una penalità di -1 sulla determinazione della puntata
Caratteristica: ovvero se dovessi riassumere con un aggettivo il personaggio quale sarebbe?
Ego: indica sostanzialmente la capacità del personaggio di incanalare la sua forza di volontà per il raggiungimento di un obiettivo ben specifico
Punti: indica il quantitativo di punti che è possibile assegnare alle sfere
Rango: indica il tipo di personaggio
Capacità speciali: i poteri speciali (se ce ne sono) che possiede il personaggio ed il numero di punti che può attribuire ad esse, ai fini dei test sono trattati esattamente come i tratti
Sessione di gioco: una arco di gioco che va dalla singola sessione di un paio di ore alla campagna lunga anni. Tale caratteristica è opzionale.

Risorse per Traveller

Dato che un buon gioco di ruolo merita supporto…che dire…questo favoloso gdr fantascientifico di nome Traveller merita tutto il supporto possibile poichè non ne vedevo di così belli e completi da diverso tempo…che dire qui ho raccolto un pò di risorse, se ne avete altre, tipo immagini o altro, non esitate a scrivere!!!!

Mappe:
http://www.travellermap.com/
http://www.utzig.com/cgi-bin/iai/map_top.pl
Scarica Heaven & Earth

Calendari, Font, Navi:

http://www.traveller3d.com/downloads/index.htm
http://www.colonialchrome.co.uk/Pages/Root_1_Ship_Menu.html

Mailing List:
http://lists.travellercentral.com/mailman/listinfo/tml

Forum:
http://www.mongoosepublishing.com/phpBB2/viewforum.php?f=89

Generatori di mondi/settori:
http://homepage.mac.com/rennard/travmap/worldgen.zip
http://www.rabsoft.co.uk/software/tsm/tsmdownload.php
http://www.downport.com/wbd/World_Builder_Deluxe.htm
http://www.misersoft.com/utilities/

Generatori di Personaggi:
http://www.rabsoft.co.uk/software/tcg/tcgdownload.php

Altro Software:
http://www.freelancetraveller.com/infocenter/swlist/winprogs.html

Onnicomprensivi:
http://zho.berka.com/

File:
Scheda del personaggio (ITA) – by MagOscuro


Senza lavoro? Parliamone!

Il post sarà molto breve e conciso quindi…

PREMESSA: chiaramente non riferisco al 100% degli italiani (sarei pazzo) quando affermo certe cose sia chiaro 😉

Stamattina stavo guardando il programma che fa su Rai1 – Italié Italié ed oggi si occupava di immigrati e lavoro, ora…guardate il video e ponetevi le seguenti domande:
– cosa distingue un lavoratore italiano da uno straniero?
– perchè quindi ci si lamenta che non c’è lavoro?
– saresti disposto a guadagnare 3000 euro al mese ma avere un lavoro “tosto”?
Il mio pensiero è stato il seguente:
– Uno straniero è una risorsa per l’azienda in quanto la considera un pò sua e si impegna nel lavoro che fa, l’italiano no, anzi sembra che il datore di lavoro gli debba essere grato se va a riscaldare la poltrona…
– L’italiano ha la mentalità del posto fisso (spesso, spessissimo un mediocre posto di lavoro in un contesto ancor più mediocre) o meglio ancora nel pubblico impiego e non dimentichiamo che negli anni passati (20+ anni fa) il posto fisso era utilizzato per comprare voti, in altre parole il poltico di turno ti prometteva un posto in cambio di voti, poi a seconda di quanti ne riuscivi a ricavare usciva un posto di lavoro e diciamo grazie ai politici se oggi il settore pubblico non funziona…grazie al cazzo! Avete messo nel99% dei casi persone TOTALMENTE incompetenti e fancazziste che cosa volete/vogliamo i miracoli? Ah…a proposito sappiate che se siete tra quelli che si sono venduti alla politica (avete barattato un posto di lavoro per dei voti) siete delle pure e semplici nullità, significa che non avete la forza di fare nulla e siete solo delle LARVE che ledono alla società in quanto non apportate nulla di buono, anzi siete soggetti portatori sani di corruzione!
– L’italiano ha un esempio ERRATO da seguire, cerco di fare il discorso breve: dopo la II guerra mondiale eravamo con le pezze al culo, quindi i nostri nonni (chi di voi ha 25 anni circa dovrebbe saperlo) si sono spaccati la schiena e sono riusciti a portare l’italia, con un enorme spirito di sacrificio, in una situazione di benessere economico. Tale benessere economico unito ad influenze esterne ha generato una serie di fattori tali da sovvertire i sani valori di una volta. Lo specchio della società, la TV (in toto spazzatura, non salvo quasi nulla della TV) ha quindi imposto modelli che sono quanto meno fuorvianti…il resto va da se…

E quindi mi faccio la domanda: se fossi un imprenditore assumerei italiani?