F-Stop – Millar Shibata: La Recensione

Introduzione

Da tempo ero in cerca di una borsa che avesse le seguenti caratteristiche:

  • leggerezza
  • scarso ingombro
  • possibilità di alloggiare un tablet da 10″
  • passare inosservata nella maggior parte dei contesti
  • non costasse l’ira di dio
  • buone finiture

Chiaramente ho impiegato mesi per cercare qualcosa di simile, senza trovare nulla se non qualcosa di molto ma molto costoso, finché un giorno, leggo su facebook una discussione in cui una persona chiedeva proprio dei consigli su una borsa a spalla che avesse determinate caratteristiche (non tutte quelle da me richieste). Ho approfittato della discussione ed ho chiesto anche io, inizialmente mi sono stati proposti i soliti modelli, quando ad un certo punto mi è stata proposta questa borsa, quindi mi sono informato meglio, sembrava molto carina e soprattutto rispondente a TUTTI i miei punti; do uno sguardo sul sito ufficiale: 79 dollari…stika! Faccio una ricerca e vien fuori FotoColombo  che ce l’ha in offerta. Ottimo, qualche giorno dopo è tra le mie mani…

Aspetto

La borsa si presenta estremamente compatta e con un tessuto gradevole al tatto, ha un look estremamente minimalista come si usa di questi tempi e questo va più che bene. E’ dotata di una tasca frontale accessibile senza aprire nulla, all’interno ci trovano alloggio chiavi, monete, portafogli, cellulare, passaporto, ecc ecc insomma quasi qualunque cosa, io al momento ci metto chiavi e portafogli per via del facile accesso; la zip come potete vedere dalle immagini sotto è molto gradevole presentando un inserto in pelle. Accedendo all’interno della borsa troviamo una seconda tasca dove ci sta comodamente un tablet da 10″ e/o un ebook reader e/o un libro della dimensione di quelli di Scott Kelby. Lo scomparto dedicato alla fotocamera è fatto per potervi alloggiare un corpo macchina ed una o due lenti, nel mio caso parliamo di una fuji xe2 + 12mm samyang, 60mm macro ed il 35mm, inoltre sfruttando la sua altezza ho messo un obiettivo sopra l’altro ed ho ricavato lo spazio per inserire un mini cavalletto (portata 3kg – Oben TT50) ed un trigger wireless (quando questi accessori non mi servono li metto in una delle altre tasche. Concludo questa descrizione dicendo che ci sono anche due tasche laterali, le quali non sono adatte a contenere una bottiglietta d’acqua ma sembrano nate per potervi alloggiare uno smartphone o qualcosa di equivalente. Nota positiva sono le clip interne che permettono di limitare l’apertura interna e quindi poter lasciare la patta principale aperta, a tal riguardo segnalo la presenza di calamite in modo che quest’ultima non svolazzi ad ogni movimento.

Conclusioni

Penso che al prezzo in offerta da fotocolombo sia un vero affare, è la borsa del perfetto turista ed è presente in diverse colorazioni, 3 per l’esattezza: bianca, verde, blu. Io, come potete vedere dalle immagini l’ho presa verde in quanto è il mio colore preferito ma anche nelle altre colorazioni non è male. E’ stata progettata per chi vuole una bella borsa da vedere ed esige anche comodità leggerezza e sicurezza.

 

Dove Comprarla

Fotocolombo: http://www.fotocolombo.it/shop/product/fstop–shibata-oliva-it-54611-1287/

Commenti

commenti

8 pensieri su “F-Stop – Millar Shibata: La Recensione”

  1. Ciao! Ho letto con interesse la recensione…volevo chiedere se la reflex entra comodamente con l’obiettivo montato (ho un 18/135 ma come dimensioni è simile ad un 18/55, dovrebbe essere piu “alto” di 1 cm) o deve essere riposta con l’obiettivo smontato…grazie, Roberto

  2. Ciao,
    di che corpo macchina stiamo parlando?
    Io ho provato una Xe2+ottica ma provando con la 7d + 24-105 ci siamo ma messa a T, non so se ho reso l’idea.
    In ogni caso il velcro all’interno lo si può posizionare come desideri, quindi non intravedo problemi di sorta; tuttavia se cerchi qualcosa di più solido che contenga anche un ipad 10″ dai un occhio anche al Lowepro Passport Sling III

  3. Ho una Pentax K50.
    La k50 con il 18/135 montato e lunga 15cm circa, larga 13cm circa e alta circa 10cm…

    Cercavo anche io una borsa a spalla che non dasse troppo nell’occhio, e dove poterci mettere portafoglio, documenti, cellulare senza avere 2 borse dietro…

    Sto guardando altre tipologie, come la Kalahari k-41, Borsa Rally 6 o Jazz Messenger 4 della Tamrac …

  4. Guarda, io per questo motivo ho preso la fstop millar, ma in ogni caso si vede che è una borsa per le fotocamere. L’unico modo per poter evitare che la gente si accorga che la borsa contiene una reflex è utilizzare una borsa da tutti i giorni (una messenger ad esempio) e poi dentro montarci le imbottiture, il risultato non sarà mai comodo come quello di una borsa appositamente progettata ma…è l’unico modo.

    Per ora le più comode si sono rivelate la fstop millar e la lowe pro Passport Sling, le altre le ho viste…ma non le ho potute testare sul campo, visto che cmq le pago 😀 😀 😀

  5. effettivamente guardando meglio la Passport, non è male anche lei…ma credo che la fstop sia più bella anche esteticamente…guardando meglio quelle che tenevo sot’tocchio…alla fin fine sarei propenso per la fstop…
    o la Kalahari k-41 (http://www.amazon.it/Kalahari-k-41-SLR-Borsa-fotocamera-colore/dp/B001HD7VAG/ref=sr_1_120?s=photo&ie=UTF8&qid=1411563805&sr=1-120) …che si assomigliano…Interessante anche la Cullmann Madrid Maxima (http://www.amazon.it/Cullmann-Madrid-Maxima-fotocamera-colore/dp/B002ZB8LOE/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1411561603&sr=8-1&keywords=cullman+madrid+330) …

  6. Alla fine mi hai e mi sono convinto…è l’ho presa! Ma silver…sempre su fotocolombo ma purtroppo nn al prezzo del tuo acquisto…ti farò sapere come mi troverò! Grazie!

  7. Beh come ti stai trovando?
    Io ho trovato il modo anche di portare con me il treppiede che ho preso recentemente, un Sirui, leggerissimo e solidissimo 🙂

Lascia un commento