My name is John

Bando alle ciance, partiamo subito con l’accaduto: ieri sera sono andato a vedere John Rambo il nuovo (vecchio) film di Stallone che riprende in mano una sua vecchia gloria e mi domando: “Può un film di azione essere anche un film di denuncia?”. Risposta: SI!
Esco scosso dal cinema, certe scene sono anche fin troppo violente o dovrei dire realistiche? Certamente hanno lasciato il segno e…così armato del fido google mi lancio in una ricerca per i meandri della rete ed ecco che vien fuori subito subito la descrizione della Birmania totalmente politically correct su Wikipedia…ma non sono soddisfatto…ricordo ancora le scene dei monaci massacrati trasmesse in TV e ne voglio sapere di più…bene…san google mi viene in aiuto ed ecco qui spuntare dopo un poco di pagine in cui ti accorgi che la Birmania è un paese che potrebbe sfondare da un punto di vista prettamente turstico (paesaggi mozzafiato, rovine di templi degne del miglior tempio atzeco ecc ecc), vedi il sangue, vedi la repressione violenta, vedi alcune scene che ti sembra ti aver già visto al cinema solo che cazzo! queste sono scene di vita vera, sono queste le cose che non vengono dette da nessuna parte, nessuna denuncia, ci si preoccupa del Kwait, dei paesi arabi…per quale cazzo di motivo?! PErchè hanno il petrolio! Mentre sti poveracci che abitano in zone che non hanno queste grosse riserve di oro nero devono far fronte tutti i giorni con una corsa per la sopravvivenza, cosa c’è…l’immagine di cui sopra non ti aggrada? Troppo cruenta? Troppo reale? Allora in tal caso non distogliere lo sguardo da quell’immagine, significa che stai diventando un poco più sensibile anche tu!
Ma non sono soddisfatto! E così mi armo di google trends e vedo cosa hanno cercato gli italiani nel corso degli anni…e scopro che per un breve interminabile periodo la Birmania ha battuto la parola SESSO! ecco qui a voi il grafico (Cliccate per ingrandire)!brimania_vs_sesso cliccate su Immagini e fatevi una piccola cultura sull’orrore Non siete ancora soddisfatti? Bene! Andate pure su google e digitate Birmania, semplicemente sfogliando le varie pagine di immagini, se ricordate qualche tempo fa in cui i TG diedero la notizia dei monaci massacrati…beh ritroverete le immagini nude e crude. Chissà che dopo aver visto un poco di queste immagini non si diventi tutti un poco più umani…concludo mostrandovi un’altra foto che secondo il mio modesto parere è forse la più agghiacciante. Inutile dire che il film in sè per sè è solo un altro film di azione, che vede una figura di Rambo decisamente più saggia e che forse…ritrova una pacifica via di casa … (non posso svelare troppo del film no?) ma soprattutto un grazie a Stallone che è riuscito a far si che questo film fosse un atto di denuncia nei confronti di una situazione a dir poco orrenda in cui si trova uno splendido paese qual’è la Birmania e mi domando: “Questa ce l’hanno mostrata ma…quante altre realtà così esistono?”

Commenti

commenti

Lascia un commento