I 5 motivi per cui le DSLR sono obsolete

[Fonte: http://inmybag.net/martin-gillman/]

Martin Gillman non si definisce un fotografo professionista, tuttavia da quanto vedo qua: http://www.martingillman.co.uk/ proprio un pinco pallino qualsiasi non è; principalmente si occupa di due generi fotografici che, nonostante tutto, non richiedono di spingere al limite l’attrezzatura fotografica, questa è una doverosa premessa prima di procedere ad elencare i 5 motivi per cui reputa che le DSLR sono ormai obsolete.

1. La grandezza/ingombro

Tutti (?) siamo a conoscenza che la grandezza della propria macchina fotografica non influisce sulla qualità dello scatto esatto? Bene, avete presente quando guardate un fotografo armato di super corpo macchina e super obiettivo e sul cui volto si mostrano i segni di sofferenza per il troppo peso? Ecco con una mirrorless questo non succede, in quanto è possibile avere situazioni tecniche identiche con un ingombro molto ma molto più ridotto. Questo permette al fotografo di concentrarsi sullo scatto e stop. Dopo tutto alcuni degli scatti migliori della storia della fotografia sono stati effettuati con un’attrezzatura molto poco ingombrante no?

2. Comprare una mirrorless costa meno

Ebbene si, la fotografia è un hobby costoso e su questo non ci piove ed una reflex top di gamma a volte supera i 5000 euro ai quali va aggiunto tutto il corredo che deve essere chiaramente tarato sul corpo macchina e quindi si arriva a cifre decisamente elevate. Una mirrorless top di gamma costa la metà e idem le ottiche…che dire…

3. Hai bisogno di discrezione e praticità

Quante volte capita di sollevare il proprio apparecchio reflex ed attirare tutte le attenzioni, spesso rovinando la scena? Avere una mirrorless consente di passare inosservati, di cogliere la naturalezza della scena e magari l’essenza dei soggetti scattati. Le attenzioni attirate possono anche essere indesiderate ed a volte possono influenzare il risultato modificando il comportamento del soggetto.

4. Perché non hai più bisogno dello specchio

Diciamoci la verità, a che serve lo specchio oggi? Produce fondamentalmente due cose: rumore e micro mosso. Il rumore influenza la scena che state scattando, sembra come se si impugna una pistola ed ogni click è un bang, specie con i modelli più grossi, mentre il micro mosso…è sempre in agguato in quanto per una questione meccanica, questo amato/odiato specchio esegue un movimento che è comunque in grado di influenzare lo scatto finale anche se l’apparecchio viene messo su un treppiede (di fatto quando sta su un treppiede bisogna impostare il blocco dello specchio per ridurre la possibilità di micro mosso)

5.  La qualità è qui!

Il fattore qualità è sempre al centro delle discussioni Reflex vs Mirrorless, abbiamo reflex che sfornano dei file con 30+ megapixel, ma a meno che la tua foto non andrà su un costone del K2 a che serve? Quello di cui hai bisogno è un sistema che ti sproni a fare foto migliori, un sistema che ti lasci libero di creare e che ti metta a disposizione gli strumenti giusti ed al momento i sistemi mirrorless non hanno nulla da invidiare a nessun altro sistema in commercio, salvo casi particolari.

Io sono fondamentalmente d’accordo con l’autore del post originale ma mi domando: in ottica di foto sportive le mirrorless esprimono delle vere alternative?

F-Stop – Millar Shibata: La Recensione

Introduzione

Da tempo ero in cerca di una borsa che avesse le seguenti caratteristiche:

  • leggerezza
  • scarso ingombro
  • possibilità di alloggiare un tablet da 10″
  • passare inosservata nella maggior parte dei contesti
  • non costasse l’ira di dio
  • buone finiture

Chiaramente ho impiegato mesi per cercare qualcosa di simile, senza trovare nulla se non qualcosa di molto ma molto costoso, finché un giorno, leggo su facebook una discussione in cui una persona chiedeva proprio dei consigli su una borsa a spalla che avesse determinate caratteristiche (non tutte quelle da me richieste). Ho approfittato della discussione ed ho chiesto anche io, inizialmente mi sono stati proposti i soliti modelli, quando ad un certo punto mi è stata proposta questa borsa, quindi mi sono informato meglio, sembrava molto carina e soprattutto rispondente a TUTTI i miei punti; do uno sguardo sul sito ufficiale: 79 dollari…stika! Faccio una ricerca e vien fuori FotoColombo  che ce l’ha in offerta. Ottimo, qualche giorno dopo è tra le mie mani…

Aspetto

La borsa si presenta estremamente compatta e con un tessuto gradevole al tatto, ha un look estremamente minimalista come si usa di questi tempi e questo va più che bene. E’ dotata di una tasca frontale accessibile senza aprire nulla, all’interno ci trovano alloggio chiavi, monete, portafogli, cellulare, passaporto, ecc ecc insomma quasi qualunque cosa, io al momento ci metto chiavi e portafogli per via del facile accesso; la zip come potete vedere dalle immagini sotto è molto gradevole presentando un inserto in pelle. Accedendo all’interno della borsa troviamo una seconda tasca dove ci sta comodamente un tablet da 10″ e/o un ebook reader e/o un libro della dimensione di quelli di Scott Kelby. Lo scomparto dedicato alla fotocamera è fatto per potervi alloggiare un corpo macchina ed una o due lenti, nel mio caso parliamo di una fuji xe2 + 12mm samyang, 60mm macro ed il 35mm, inoltre sfruttando la sua altezza ho messo un obiettivo sopra l’altro ed ho ricavato lo spazio per inserire un mini cavalletto (portata 3kg – Oben TT50) ed un trigger wireless (quando questi accessori non mi servono li metto in una delle altre tasche. Concludo questa descrizione dicendo che ci sono anche due tasche laterali, le quali non sono adatte a contenere una bottiglietta d’acqua ma sembrano nate per potervi alloggiare uno smartphone o qualcosa di equivalente. Nota positiva sono le clip interne che permettono di limitare l’apertura interna e quindi poter lasciare la patta principale aperta, a tal riguardo segnalo la presenza di calamite in modo che quest’ultima non svolazzi ad ogni movimento.

Conclusioni

Penso che al prezzo in offerta da fotocolombo sia un vero affare, è la borsa del perfetto turista ed è presente in diverse colorazioni, 3 per l’esattezza: bianca, verde, blu. Io, come potete vedere dalle immagini l’ho presa verde in quanto è il mio colore preferito ma anche nelle altre colorazioni non è male. E’ stata progettata per chi vuole una bella borsa da vedere ed esige anche comodità leggerezza e sicurezza.

 

Dove Comprarla

Fotocolombo: http://www.fotocolombo.it/shop/product/fstop–shibata-oliva-it-54611-1287/

Failed to create the Java Virtual Machine – How To

Ok, avete installato Eclipse ma al momento della partenza l’unico messaggio che ricevete è il seguente:
“Failed to create the Java Virtual Machine”
Significa solo che avete fatto qualche casino con l’installazione della JDK (magari l’avete installata dopo aver avviato eclipse per la prima volta), ma non è un problema, basta editare il file eclipse.ini che trovate nella stessa cartella dove c’è l’eseguibile eclipse.exe ed aggiungiate con i giusti percorsi il seguente comando:

-vm C:\Program Files\Java\jre6\bin\javaw

chiudete tutto, salvate
e … buona programmazione

al prossimo tip! 😀

Ragionare positivo

 

 

Ragionare positivamente per molti sembra essere di una difficoltà estrema, certo avremmo moltissimi motivi per cui lamentarci e basta, dopo tutto viviamo in Italia, siamo tartassati ecc ecc, tuttavia non bisogna lasciarsi scoraggiare, altrimenti è la fine di tutto, ecco un breve decalogo di cosa fare e non fare:

  • Non Posso e Non lo so devono scomparire, esercitatevi a non pronunciarle, semmai ampliate il vostro frasario con quanto segue:
  • Puoi darmi una mano?
  • Posso provarci!
  • Non ho capito
  • Penso di poterla fare
  • Questo è un pò difficile per me
  • Sto indovinando…
  • Posso pensarci un attimo?
  • Posso avere più tempo per pensarci?
  • Sto pensando…

I_do

 

Nella vita, potete avere tutto ciò che volete se saprete aiutare gli altri ad ottenere quello che desiderano. - Zig Ziglar