Politica? No Grazie! Preferisco rimanere pulito

Leggo oggi sul Blog di Beppe Grillo questo meraviglioso post che invito tutti a leggere, semplicemente lo copio incollo tanto il link al tutto è poco sopra, basta cliccarci 😉 :

“Un comico può permettersi di distruggere soltanto, chi invece ha responsabilità politica deve pensare a costruire”. Dario Franceschini.
Devo ringraziare Franceschini. In una sola frase c’è tutto il disprezzo dei politici verso i cittadini, verso chi vuole fare politica senza averne le credenziali. Chi decide se un cittadino può fare politica? Si sceglie in base alla professione? Al reddito? Alla classe sociale?
E chi sceglie? Franceschini? I partiti?
Io sono solo un megafono e non sto distruggendo nulla. I partiti si sono già distrutti da soli. Sono organismi malati, autoreferenziali.
I partiti e i loro servi dei media parlano dalla mattina alla sera del V-day come una “protesta senza proposta”.
Si devono svegliare e mentire meno. Siamo andati oltre alla proposta, siamo arrivati ai fatti con centinaia di iniziative locali dei Meetup. Con decine di battaglie piccole e grandi del blog. Con la fonia e Internet gratuiti per tutti i cittadini di Pordenone.
Non è merito mio. Io ho solo dato voce e consapevolezza a molti italiani senza futuro a causa di una classe politica di incapaci. Responsabile di uno Stato in macerie, con una Giustizia allo sbando, un debito pubblico che ci trascina verso il baratro e sei milioni di precari.
Non è un problema di sinistra o di destra o del costo della politica.
Questi politici vanno sostituiti da gente nuova, informata, onesta.
Non c’è più tempo per le primarie di Topo Gigio o per il controllo dei media dello psiconano. I cittadini devono fare da soli e farlo subito. ”
Ed inoltre mi domando e vi domando: Sapete cosa significa il termine ANTIPOLITICA? ovvero il termine dietro cui i politici si mascherano ultimamente? I veri antipolitici in questo momento sono loro stessi con i loro giri di parole, la loro saccenza, la loro disonestà e l’attaccamento a quelle stracazzo di poltrone. Come ho detto in diverse circostanze, al momento la politica è il tumore dell’italia e come tale va estirpato via o almeno corretto (sono possibilista, magari qualcuno onesto c’è…).
E mi domando e se Antipolitica nel nostro caso coincidesse con il ben più temuto termine INFORMAZIONE (qualcuno che la sapeva lunga diceva: “La Cultura rende liberi” e “l’informazione è potere”)? E’ di questo che hanno forse paura? E’ possibile visto come hanno ridotto i mezzi di (dis)informazione ed il normale palinsesto che tutti i giorni ci affligge.
E ancora mi domando, ma solo io reputo la nascita del PD come un mero aggrovigliarsi della politica su se stessa e l’emblema del fallimento della democrazia, almeno in questa forma?
Con queste domande…vi lascio tranquilli almeno per un altro pochetto 😀

Commenti

commenti

Lascia un commento