Archivi tag: Asimov

Abissi d’acciaio

Abissi d’acciaio Ŕ il primo dei romanzi che vede conivolta due tra le figure pi¨ riuscite della sua letteratura, ovvero l’agente terrestre Elijah Baley ed il robot positronico R. Daneel Olivaw.

La storia si svolge sulla terra di un futuro prossimo, nella quale la gente vive ammassata nelle cittÓ ed Ŕ isolata dall’ambiente esterno mediante l’uso di cupole protettive le quali avvolgono gli insediamenti umani. La popolazione della terra ammonta a diversi miliardi e tutto Ŕ orientato all’efficenza, i diritti personali dipendono dal lavoro posseduto ed ogni cosa Ŕ minuziosamente organizzata quindi la proposta di introdurre l’uso di robot per poter far fronte a diversi lavori prendendo il posto degli esseri umani, si scontra sia con la diffidenza dei terrestri nei confronti dei robot che con la paura degli stessi di essere rimpiazzati da macchine e quindi perdere il lavoro. In questo contesto una delegazione di spaziali, ex coloni terrestri che ora popolano uno dei 50 mondi esterni alla terra, tenta proprio di spingere l’uso dei robot per poter migliorare le condizioni di vita dei terrestri, facendo effettuare i lavori pi¨ duri proprio ai robot.

In questo contesto al detective Elihaj Baley viene ordinato sia di risolvere un caso, a quanto pare impossibile, di omicidio che avere come compagno di squadra proprio un robot; un nuovo tipo di robot detto positronico indistinguibile da un essere umano poco avezzo ai robot. Il detective quindi dovrÓ combattere sia contro l’odio nei confronti di queste macchine infernali che contro un caso apprentemente impossibile da risolvere e che vede coinvolta in prima persona la delegazione di spaziali presente sulla terra.

Il mix di elementi Ŕ incredibile, la storia scorre velocissima sotto gli occhi ed il romanzo si lascia letteralmente divorare per ritmo e bontÓ di traduzione; Asimov da vita ad una coppia di personaggi praticamente immortale e ben caratterizzata; chi si aspetta un romanzo d’azione fisica ne troverÓ ben poca, chi si aspetta un romanzo d’azione psicologica ne sarÓ estremamente soddisfatto. Lo stile di Asimov Ŕ sempre lo stesso ovvero descrittivo quanto basta, senza perdersi nelle lungaggini e senza essere striminzito, ma quello che mi ha colpito maggiormente di Asimov Ŕ che quando spiega come possano funzionare i suoi robot ed in genere le sue creazioni, lo fa con una tale naturalezza da renderle reali.

Cosa posso dire ancora senza svelare la trama?

Il libro merita tantissimo, se avete letto anche il ciclo dell’impero, sappiate che questo Ŕ il primo libro che alla fine porta proprio alla storia dell’impero galattico.

Buona lettura a tutti!