Archivi tag: riflessioni

Blizzard festeggia regalandoci un video!

In occasione del decennale, casa Blizzard ci fa dono di questo splendido video dove prendono un volto i capi dell’azienda e gran parte di coloro che contribuiscono, con ogni uscita, a rinnovare il miracolo. Vi lascio subito al video dalla durata di circa 50 minuti e poi…alcune riflessioni mie

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=AHz2ky-jng8[/youtube]

Intanto capiamo un attimo chi sono questi signori, cercando in rete è facile trovare delle analisi, le quali indicano Activision Blizzard come una delle migliori aziende del settore videoludico su cui investire, dopo tutto è facile fare una previsione del genere in quanto l’azienda presenta 3.3 miliardi di dollari in cassa (il 20% della capitalizzazione) e nessun debito! Anche in periodo di crisi hanno continuato a sfornare ottimi giochi e fatturati da capogiro rimanendo saldi in borsa…

Questi signori fanno di professione gli sviluppatori di videogiochi e non hanno mai sbagliato un colpo.

Come avrete potuto sentire, sono tutti laureati (una speranza quindi per noi giovani laureati che della laurea avrebbe fatto volentieri a meno visto e considerata la remunerazione e le tipologie di lavoro svolte solitamente), certo ci hanno messo di più dei loro colleghi ma…chi sono i loro colleghi che si sono laureati per tempo?

Inoltre spero abbiate notato come sono vestiti questi signori che potrebbero andare dal Marchionne di turno e sputargli in un occhio…

Mi domando quindi…cosa succederebbe se un gruppo di ragazzini andasse in banca a chiedere finanziamenti per un’azienda di videogiochi?

 

 

La rivincita dei Nerd!

Proprio stamane, mentre mi recavo a lavoro, ho sentito in radio una notizia che recitava grossomodo così:

“I laureati sono analfabeti”

E già qui mi sono detto…vabeh staranno riferendosi alla (in)capacità della computer generation (che fa strano sentirlo dire da un informatico…) di saper mettere una dietro l’altra più di 10 parole in modo da formare un periodo di senso compiuto; poi sento:

” Secondo un sondaggio fatto da xxxxxx il 70% ammette che non legge e che è inutile”

E qui mi son detto, ok è vero la pensano tutti così…tranne…tranne i NERD! e di qui il mio pensiero ha elaborato una possibile evoluzione della società…(no non sono pazzo è che penso per tenermi sveglio ;)) e sono giunto alla conclusione che il futuro è dei nerd, ma vediamo cosa sono questi strani esseri:

Nerd è un termine della lingua inglese con cui tradizionalmente viene chiamato chi abbia una certa predisposizione per la ricerca intellettuale (magari associata ad una intelligenza superiore alla media) e sia al contempo solitario e con una più o meno spiccata predisposizione per l’asocialità. Il termine italiano più o meno corrispondente è “secchione” o, in un contesto prettamente negativo e con intenzioni sprezzanti, “sfigato”.

Queste persone sono legate ad uno stereotipo che le vede affascinate dalla conoscenza, specialmente quella riguardante la scienza e la matematica e sono meno interessate alle attività sportive e sociali. Spesso hanno delle disfunzioni della visione (e quindi portano gli occhiali) e hanno un qualche tipo di Sindrome di Asperger / Autismo ad alto funzionamento (High Functioning Autism). A partire dagli anni novanta molti nerd su internet iniziarono a sostenere che il vocabolo nerd, a loro applicato, fosse un punto di onore e iniziarono ad usarlo come una descrizione positiva di tutte quelle persone che avessero competenze tecniche di un certo livello, tralasciando ogni implicazione riguardo alla loro socialità e socievolezza.”

Leggete attentamente quello che ho riportato pari pari da wikipedia e vi renderete conto che il nostro nerd è il secchione, colui che cerca la perfezione in una cosa che fa (spesso la cosa che l’affascina maggiormente) e che quindi si sbatte per giungere al suo obiettivo…in altre parole in un mondo dove non esiste la VERA cultura (abbiamo solo cultura fast food), non esiste la morale, non esistono gli obiettivi (spesso dati da una situazione di eccessivo benessere familiare che coccola un sacco di ragazzi…) e non esistono più i veri valori spazzati via dai figli del benessere (rispetto per gli anziani ecc ecc). Ecco che spuntano i NERD ed ecco che il mio ragionamento si libra in volo; in un mondo disastrato come quello che viviamo e come quello che ci apprestiamo a vivere pensiamo davvero che gente senza criterio possa aspirare a far crescere la società? RISPOSTA: NO!
Ecco quindi che vengono chiamati in causa quei nerd che dimostreranno di essere ANCHE animali sociali (e ci sono) i quali potranno avere la loro possibilità di rivincita…